Il “mostro di Foligno” è ancora pericoloso. Le decisioni del giudice

Prima le voci, poi il rischio che uscisse dalla galera, poi ancora altre tappe di una vicenda che sembrava infinita. Infine la decisione: Luigi Chiatti, il cosiddetto “mostro di Foligno”, condannato a 30 anni di carcere per gli omicidi di Simone Allegretti e Lorenzo Paolucci, di 4 e 13 anni, una volta scontata la pena dovrà essere ricoverato in una casa di cura e custodia per almeno tre anni. Lo ha confermato il magistrato di sorveglianza di Firenze, in riferimento a quanto già previsto nella sentenza di condanna, che Chiatti finirà di scontare entro il 2015.

Il mostro di Foligno è ancora pericoloso

Luigi Chiatti è ancora socialmente pericoloso. È quanto emerge, secondo quanto risulta all’Ansa, dal provvedimento con il quale il magistrato di sorveglianza ha confermato la misura di sicurezza a suo carico. La decisione del magistrato di sorveglianza è stata presa sulla base delle valutazioni fatte su Chiatti nel carcere di Prato dove è detenuto. La misura di sicurezza prevista nella sentenza di condanna stabilisce che Chiatti venga ricoverato in un ospedale psichiatrico giudiziario una volta terminata la pena detentiva.