Messina, un bambino romeno venduto per 30mila euro: è traffico dei minori

Un bambino romeno di 8 anni venduto per 30mila euro. È la vittima di un traffico di minori scoperto dai carabinieri del comando provinciale di Messina, che hanno notificato sei fermi della Dda ad altrettanti italiani, oltre ad aver fermato due cittadini rumeni. Per tutti le accuse contestate sono di associazione per delinquere finalizzata alla riduzione in schiavitù.

Le indagini tra Messina, Toscana e Romania

Il bambino, che era stato comprato in Romania, era destinato a una adozione illegale da parte di una coppia del Messinese, che è tra gli otto fermati. L’operazione è scattata al momento dello scambio, a Messina, ma le indagini hanno riguardato anche la Toscana, dove uno dei fermati poteva vantare appoggi, e la Romania. I fermati, fra i quali diversi pregiudicati, si trovano ora tutti in carcere, in attesa di essere interrogati dal magistrato.