Mattarella in tram? Tutta fuffa, l’auto blu lo attendeva a Scandicci

Sarà pure stato un gesto di “ecologia politica” quello di Sergio Mattarella di prendere il treno e poi il tram a Firenze direzione Scandicci (doveva inaugurare l’anno 2015 della scuola superiore di magistratura) ma c’è chi parla di operazione di pura immagine perché, per vedere se davvero Mattarella sarà un presidente sobrio e parsimonioso, occorrerà aspettare il bilancio del Quirinale. Operazione di cui ha usufruito anche il sindaco di Firenze Nardella che lo ha accompagnato sulla tranvia.

Operazione d’immagine

Così Lettera43 fa notare che un’auto comunque lo attendeva alla fermata di Scandicci per andare a Castelpulci (sede della scuola dove c’era l’appuntamento istituzionale) e quell’auto era partita da Roma. Su quella macchina quindi Mattarella poteva viaggiare comodamente e senza clamori mediatici. Senza contare che il tram è stato praticamente “requisito” per l’illustre passeggero e per il suo seguito e la cosa ha provocato qualche fastidio. Altro particolare: per ogni mezzo pubblico preso, sia esso aereo o treno, vanno prese misure di prevenzione complicate, che prevedono la bonifica degli ambienti, al fine di garantire la massima sicurezza al primo cittadino della Repubblica. C’è anche chi ha fatto due conti – Il Giornale – e fa notare che i costi della trasferta fiorentina non sono inferiori a quelli che si sarebbero sostenuti per l’affitto di una limousine.

Dal loden di Monti al Mattarella style

In pratica, dopo l’elogio del sobrio loden di Monti, c’è cautela prima di applaudire il “Mattarella style”. Ma al Quirinale non è a Monti che si pensa: il capo dello Stato si ispira ad Angela Merkel, che fece la fila agli scavi di Pompei pagando il biglietto di tasca propria e prese un traghetto di linea per recarsi ad Ischia. Con un tocco “francescano” ispirato a Bergoglio: il pontefice pop che gira in autobus e utilizza i barboni come aiutanti per distribuire ai fedeli i libretti di preghiere. Solo che papa Francesco faceva lo stesso nelle favelas di Buenos Aires, Sergio Mattarella proviene dalla vecchia Dc. Quanti tram dovrà prendere per sembrare un tipo qualunque?