Libia, sbarcati in Sicilia i primi italiani evacuati. L’Isis già a Tripoli?

È arrivato nel porto di Augusta, in provincia di Siracusa,  il catamarano con a bordo gli italiani evacuati dalla Libia, all’indomani della crisi diplomatica . Secondo le prime informazioni saranno condotti nella base di Sigonella e trasferiti in aeroporto militare, probabilmente a Ciampino, con un velivolo dell’aeronautica. I giornalisti sono tenuti a distanza. Il porto della cittadina siciliana è blindato non soltanto con l’impiego di militari, ma anche dalle forze dell’ordine. Cinque auto hanno lasciato il porto, scortate da Polizia e Carabinieri.

«L’Isis è già a Tripoli»

Salvatore, siracusano, è il primo italiano a scendere dal catamarano che arriva dalla Libia, viene da Tripoli, trascina due trolley, inizialmente non vuole lasciare commenti alla stampa. Poi annuisce vistosamente, per dire di sì, quando qualcuno gli chiede se gli è stato detto di non parlare. Poi però qualcosa dice ed è una notizia allarmante: «La situazione a Tripoli è critica. L’Isis è già da un pezzo che è a Tripoli, lo ha detto anche la televisione… Adesso basta, ci sarà chi farà le dovute dichiarazioni». Intanto la politica italiana si conferma compatta sulla necessità di un intervento militare, tranne i Cinquestelle in versione arcobaleno. Matteo Renzi chied all’Onu si rafforzare gli i sforzi diplomatici».