Ecco la lista di tutte le liberalizzazioni previste dal ddl sulla concorrenza

Dal Consiglio dei ministri arriva il via libera al ddl concorrenza. «Incontrerà in Parlamento le resistenze delle lobby, e noi le sfideremo», assicura il premier Matteo Renzi, presentando in conferenza stampa il disegno di legge che tra le altre introduce novità su Rc auto, energia, comunicazioni, avvocati, notai. Intanto, però, saltano alcune delle «liberalizzazioni» previste più contrastate, come quelle su taxi, libri e farmaci. Nel ddl non c’è infatti l’abolizione delle norme che «vincolano» gli Ncc a operare nel Comune che ha rilasciato l’autorizzazione, e che avrebbe realizzato la «piena sostituibilità» tra taxi e Ncc. Sparita anche l’abolizione della legge Levi che limita gli sconti sul prezzo dei libri. Infine, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin vince il braccio di ferro con la titolare dello Sviluppo economico, Federica Guidi, e salta la liberalizzazione dei farmaci di classe C, quelli interamente a carico del cittadino, che continueranno a essere venduti solo nelle farmacie. Ecco l’elenco pubblicato dal Giornale.

1-Farmacie

Qualcosa cambia comunque anche per i farmacisti. Il ddl approvato ieri dal Cdm su proposta del ministro Guidi cancella infatti il limite di titolarità di quattro licenze per un singolo titolare. E inoltre, se i farmaci di classe C non potranno essere venduti nei supermercati, viene però consentito alle società di capitale di entrare come soci nelle farmacie.

2-Avvocati

Diventa obbligatorio per gli avvocati presentare un preventivo all’assistito, anche se quest’ultimo non lo ha richiesto. Il ddl elimina poi il vincolo di appartenenza degli avvocati a una sola associazione professionale, dà il via libera a società multiprofessionali e, come per le farmacie, apre all’ingresso negli studi di soci di capitali.

3-Non solo notai

Il ddl, oltre ad allargare all’intera regione di appartenenza il bacino di competenza dei notai, permette però anche ad avvocati e commercialisti di redigere alcuni atti, per esempio quelli per transazioni immobiliari non a uso abitativo sotto i 100mila euro e per la costituzione di srl con capitale fino a 20mila euro.

4-Ingegneri

Cancellata la «disciplina oscura e anacronistica» che impediva alle società di ingegneri di assumere commesse dai privati.

5-Assicurazioni

Novità per la Rc auto. Il disegno di legge prevede l’obbligo da parte delle compagnie assicurative di praticare sconti significativi a chi accetta clausole per contenere i costi ed evitare le frodi, come «scatole nere», alcol test e riparazioni presso officine convenzionate. In caso di sinistri con soli danni alle cose, l’assicurato avrà però l’obbligo di indicare i testimoni «non oltre il momento della denuncia».

6-Internet, pay tv e telefoni

Per «favorire la mobilità della domanda» nei rispettivi mercati, migrazioni e recessi anticipati per pay tv, telefonia e internet saranno più semplici, grazie a procedure snelle e a penali «trasparenti» e vincolate a costi effettivamente sostenuti dall’operatore.

7-Energia

Stop al mercato «tutelato» e tariffe liberalizzate a partire dal 2018 per gas e luce.