I quotidiani del 13 febbraio visti da destra. Dieci articoli da non perdere

Le notizie di stampa viste da destra: dalla rottura tra Pd e grillini nella settimana dei “forzati” delle riforme agli scandali di Affittopoli e “finanza rossa”. Di seguito dieci articoli.

1) La Camera va a oltranza, bagarre e insulti (Corriere della Sera, pag.10)

Senza Forza Italia è caos sulle Riforme. I forzati della settimana parlamentare sono costretti ad andare avanti a oltranza: e in Aula continuano a volare gli stracci tra Pd e M5S. Si tocca letteralmente il fondo: i grillini danno della «serva» alla vicepresidente Sereni, mentre il Pd cerca di ridurre il quorum tenendo in Aula i deputati democrat al grido di battaglia «La maggioranza non si blocca».

2) La lista della maxi evasione. Identificati i primi 351 nomi (Corriere della Sera, pag.6)

Diverse centinaia i clienti italiani titolari delle disponibilità estere con il chiaro intento di occultare al fisco la reale situazione patrimoniale: nella lunga lista all’esame di pm e fiamme gialle tra i titolari di false polizze all’estero figura anche il nome di Genovese del Pd, già in cella per frode, e ora accusato anche di riciclaggio: avrebbe portato oltre confine 16 milioni. Nell’elenco di vip, sondaggisti e Ad, anche il dem Civati, che prova a difendersi, e il renziano Serra.

3) Affittopoli ci costa un miliardo l’anno (Il Tempo, a partire da pag.1)

Un miliardo: a tanto ammonterebbe la malagestione capitolina del patrimonio immobiliare arrivando a equiparare, spiega il quotidano di Piazza Colonna, quello che è il costo della tassa sulla casa. E nelle carte, dalle sedi di partito agli info point stranieri, spunta di tutto un po’, persino il canone di soli 6 euro mensili per 870 metri quadri nei pressi della prestigiosa via Giulia. Nei servizi che proseguono a pag.2 e 3 l’esteso elenco dello scandalo.

4) Tiro a segno, scarpe e motociclette: le spese “allegre” della municipale (Il Messaggero, pag.37 nella Cronaca di Roma)

Quasi 300 mila euro all’anno per esercitarsi con le pistole, circa 150 mila per il riscatto di dieci motociclette, più di seicentomila per scarpe, uniformi ed equipaggiamento di vario genere. A spulciare i conti nel sito del Comune, illustra il quotidiano romano, si delinea la lista della spese e dei fondi stanziati nel 2014 e impegnati per pagare tutte le “esigenze” del Corpo: paga il Campidoglio.

5) Il governo salva Mps con i nostri soldi (Libero, pag.4)

Finanza rossa: la banca senese finita nel mirino di un’inchiesta per il crac già costato agli italiani i miliardi di obbligazioni pagate dal governo Monti per evitare il fallimento totale, che ha rivelato scandali e malcostumepolitico ed economico a profusione – dai derivati all’operazione Antonveneta, fino alle indagini per truffa e associazione a delinquere – torna al centro dell’attenzione: dopo dieci mesi di deficit, la banca senese non ha la liquidità necessaria a ripagare gli interessi sui Monti Bond, e il Tesoro diventa azionista al 10%. Ecco come gli errori politici dell’istituto tornano a gravare sulle spalle degli italiani.

6) In Sicilia i vitalizi si tramandano ai figli (Libero, pag.5)

La Regione paga da oltrew 40 anni vitalizi e pensioni agli eredi di ex consiglieri, compresi i casi clamorosi di esponenti  dell’Assemblea regionale siciliana “fantasma” (mai eletti, ma che fecero ricorso), o rimasti in carica per soli sei mesi. Per le sole reversibilità, argomenta il quotidiano diretto da MAurizio Belpietro, si spende mezzo milione di euro al mese, e in totale si tratta di sei milioni di euro all’anno. Un caso di «casta continua» che ha dell’incredibile.

7) «Cancelliamo quei divieti se non c’è sfruttamento». Intervista a Stefania Prestigiacomo (la Repubblica, pag.25)

L’esponente azzurra illustra i contorni della sua proposta per arginare il problema della prostituzione quando era ministro delle pari opportunità del governo Berlusconi: le coordinate da seguire puntavano al divieto di prostituzione nei luoghi pubblici e aperti al pubbliico ed a un’incremento dell’attività investigativa contro lo sfruttamento.

8) Dossier . Il degrado della capitale (la Repubblica, pag.6 della sezione Cronaca)

Un viaggio tra le strade della zona est della capitale (fino al quartiere di Torpignattara), dove il manto stradale, tra voragini, buche e dossi, non esiste praticamente più. Squarci e lacerazioni che denotano uno stato di abbandono dell’amministrazione comunale, denunciata a più riprese e su più fronti ma ancora in attesa di risposte e inziative. E siamo nella capitale…

9) L’India indù è ostile: Sos dei cristiani sempre più nel mirino (Avvenire, reportage a pag.3)

Una repressione sanguinosa in atto da un ventennio, che ha animato, in nome del nazionalismo indù estremista, campagne d’odio e persecuzioni violente. Un bilancio che si aggrava – spiega il quotidiano della Cei – ogni volta «che il Bharatiya Janata Party (Bjp) cerca potere elettorale o riesce a formare un governo, come accade oggi».

10) Ipotesi insider trading: la Procura indaga (Il Sole 24 Ore, pag.6)

La Procura di Roma apre un fascicolo «esplorativo» sui movimenti sospetti. L’attività dei giudici della capitale è partita nei giorni scorsi, ma ha visto un’accelarata nelle ultime ore dopo la relazione di Vegas alla Camera. E ora anche Milano ha avviato un’azione di monitoraggio e potrebbe aprire a sua volta un fascicolo a breve.