I musulmani sono il doppio rispetto a 10 anni fa. I dati forniti da Londra

Un nuovo dato che fa riflettere. I musulmani che vivono in Inghilterra e Galles sono quasi raddoppiati negli ultimi dieci anni passando da 1,5 a 2,7 milioni. Lo riporta uno studio dell’università di Oxford basato sui dati ufficiali forniti dal Consiglio dei musulmani britannici. Di loro oltre la metà sono nati all’estero, ma il 73 per cento si considera britannico. Un terzo, inoltre, ha meno di quindici anni. L’analisi rivela anche che il 46 per cento dei giovani musulmani vive nelle zone più povere del Regno Unito, un numero aumentato rispetto al 2001.

L’idea di arruolare i musulmani nell’esercito

Come garantire una maggiore integrazione? «Dobbiamo fare di più e continuare ad avere i migliori talenti nell’esercito», ha detto il capo di Stato maggiore britannico, sir Nicholas Carter, riferendosi alla necessità per le Forze armate di Sua maestà di reclutare di più tra le minoranze etniche, in particolare nella comunità musulmana. I dati del ministero della Difesa mostrano che ci sono 480 musulmani sotto le armi (lo 0.54% sul totale di 88.500 soldati), e non tutti sono di nazionalità britannica, ma di Paesi del Commonwealth.

Bosnia, bandiere dell’Isis in un villaggio di musulmani

Alcune bandiere dell’Isis issate su una casa e una staccionata a Gornja Maoca, nel nordest della Bosnia, sono state rimosse prima dell’arrivo della polizia nel villaggio abitato da alcuni anni da una comunità di musulmani integralisti, fedeli all’Islam radicale come quello praticato in Arabia Saudita diffuso fra alcuni veterani della guerra degli anni ’90. Lo ha reso noto la polizia, intervenuta dopo che la televisione di Sarajevo aveva denunciato le immagini delle bandiere dell’organizzazione terroristica.