FI prepara per Mattarella un “manifesto” per la difesa dell’Italia

«A Renzi finora è piaciuto vincere facile. Non sarà più così, dovrà rimpiangere l’accordo con Berlusconi e Forza Italia». All’indomani della maratona notturna che ha portato all’approvazione del pacchetto di emendamenti alla riforma costituzionale, alla presenza dei soli parlamentari del Pd, Renato Brunetta, capogruppo di Fi alla Camera, in un’intervista al Gr Rai annuncia le future strategie dell’opposizione. «Il combinato disposto della legge elettorale e della riforma costituzionale produce un mostro giuridico che mette a repentaglio la stessa democrazia parlamentare. Per questa ragione presenteremo al presidente della Repubblica un testo elaborato che sarà il nostro manifesto per la difesa della Repubblica», ha detto Brunetta, capogruppo di Fi alla Camera, in un’intervista al Gr Rai, in vista dell’incontro delle opposizioni con il presidente della Repubblica di martedì.

Un incontro molto atteso con Mattarella

Cosa accadrà? «Tutto dipende da Matteo Renzi. Se smetterà di fare il bullo, noi ci saremo, se continuerà a fare il bullo, peggio per lui», risponde Brunetta alla domanda sulla possibilità, in vista del voto finale, di “ricucire lo strappo” con il Pd. Per martedì è già stato fissato l’incontro con il gruppo di Sel, che aveva fatto richiesta di un colloquio già nei giorni scorsi. Allo stesso modo saranno ricevuti gli altri partiti che ne dovessero fare richiesta. Beppe Grillo invece ha fortemente deprecato il silenzio di queste ore del Capo dello Stato ma anche lui avrebbe manifestato l’intenzione di incontrare il nuovo Capo dello Stato.