Distensione Cina-Usa: Obama telefona al premier cinese Xi Jinping

Obama telefona al premier cinese. Distensione tra Usa e Cina. Il presidente americano Barack Obama e il leader cinese Xi Jinping hanno parlato al telefono per fare il punto sui progressi nelle relazioni tra i due Paesi, in vista del loro futuro incontro a Washington. Obama che ha telefonato al collega– informa una nota della Casa Bianca – ha ringraziato la Cina per il suo impegno sul fronte della lotta all’ebola e quello sul fronte della riduzione delle emissioni di gas serra. Il presidente Usa ha quindi incoraggiato Xi a proseguire sulla strada di una ripresa basata sui consumi e ha ribadito il suo impegno perché si raggiunga tra i due Paesi un ampio trattato bilaterale sugli investimenti. Infine, i due leader hanno ribadito il loro impegno a risolvere le questioni legate al cyberspazio e quello a coordinare gli sforzi sul fronte della sicurezza, a partire dall’incoraggiare insieme l’Iran a raggiungere uno storico accordo con le potenze mondiali.

La prima visita negli States nell’ambito della distensione

Stando alle anticipazione dei media di Pechino, il presidente cinese Xi Jinping visiterà  gli States il prossimo settembre. L’agenzia Nuova Cina ha annunciato oggi che Xi «ha accettato» l’invito del presidente americano Barack Obama. Per Xi Jinping si tratta della prima visita di Stato negli Usa, dopo l’incontro del giugno 2013 in California a carattere informale. I due presidenti hanno colto l’occasione per annunciare delle misure concordate sulla riduzione delle emissioni di gas inquinanti, ritenute importanti perche’ sono venute dai due Paesi che sono i principali responsabili delle emissioni. La stessa agenzia ha riportato la notizia di un colloquio telefonico “a tutto campo” tra i due capi di Stato, che hanno discusso di un vasto arco di problemi che vanno dai rapporti commerciali alla sicurezza cibernatica e al programma nucleare dell’Iran.