Calano per la prima volta le vendite mondiali di tablet

Anche gli “dèi” elettronici cominciano a perdere colpi. Per la prima volta da quando sono arrivati sul mercato nel 2010, i tablet subiscono un calo. Stando ai ricercatori di Canalys, nel quarto trimestre le vendite mondiali sono scese del 12% su base annua a 67 milioni di unità. Le vendite di iPad sono diminuite del 18%, segnando la quarta flessione consecutiva. Va peggio alla rivale Samsung, con un -24%. A pesare è il boom degli smartphone grandi, con schermo oltre i 5 pollici, che hanno cannibalizzato le vendite di tablet più piccoli da 7 pollici. Nonostante la battuta d’arresto, Apple e Samsung si confermano leader del settore, la prima con oltre 21 milioni di iPad venduti e il 30% del mercato, la seconda con 11 milioni di tablet. Le aziende più piccole, però, sono quelle che registrano un trend positivo. Amazon recupera il terzo posto in classifica con 4 milioni di unità e una quota del 6%; Lenovo mette a segno il suo trimestre migliore con 3,7 milioni di pezzi e il 5,5% di market share; Microsoft supera la quota di 2 milioni di dispositivi e HP quella del primo milione. I tablet da 7 pollici, che ora rappresentano la metà dei device commercializzati contro il 66% del primo trimestre 2014. C’è però anche un altro motivo del calo dei tablet: «alta competizione sui prezzi ha fatto evaporare i margini, rendendo il segmento poco attraente».