Botte e maltrattamenti a una bimba di 4 anni. Il padre finisce in manette

I carabinieri di Este (Padova) hanno arrestato un uomo per maltrattamenti nei confronti della figlia di 4 anni. Le indagini, avviate dopo il riscontro di strane ecchimosi sul corpo della piccola nel corso di una visita medica, hanno portato alla scoperta che il padre picchiava con schiaffi e calci la bambina. In alcune occasioni, la bimba sarebbe stata colpita con un manico di scopa e costretta a restare per ore immobile davanti alla televisione con la minaccia del genitore di romperle un piatto in testa. L’indagine è stata coordinata dal sostituto procuratore della Procura di Rovigo Davide Nalin. L’uomo, di 30 anni, è stato portato in carcere a Rovigo.

Botte e maltrattamenti: una vicenda atroce

Nel corso della visita medica del gennaio scorso, come si è appreso, i medici avevano riscontrato delle ecchimosi su tutto il corpo della bimba. A una richiesta di spiegazioni, i genitori non avrebbero dato risposte ritenute sufficienti. Quindi, erano stati avvertiti i carabinieri che avevano portato alla luce un quadro che puntava l’attenzione sul comportamento del padre verso la piccola. Lo scenario emerso indica uno stato di violenza psicologica continua e costante nei confronti della figlia. Una situazione aggravata da una violenza fisica sempre comunque “controllata” in modo da non attirare l’attenzione di altre persone. la piccola non sarebbe mai stata colpita al volto né i segni delle presunte percosse sarebbero mai stati particolarmente evidenti. Il caso è seguito anche dal personale dei Servizi Sociali del comune di residenza. La vicenda sarebbe maturata all’interno di una famiglia con qualche problema ma non in un quadro di degrado sociale.