Berlusconi: Salvini stia calmo, su Liguria e Toscana non cediamo

Sull’opposizione a Matteo Renzi si sono trovati d’accordo, ma sui candidati alle regionali sarà braccio di ferro. Lo racconta in un retroscena su La Stampa Ilario Lombardo, spiegando che Silvio Berlusconi per tranquillizzare i suoi avrebbe detto che “Salvini deve rispettare gli accordi. Gli abbiamo già dato il Veneto e l’Emilia Romagna. Su Liguria e Toscana non cediamo“.

Nel Veneto Tosi verso lo strappo

Nel Veneto per Salvini i problemi sono tutti interni: Flavio Tosi è a un passo dallo strappo “pronto a correre con una sua lista contro l’uscente Luca Zaia – scrive La Stampa – paradossalmente Tosi, che nonv uole apparentamenti, attrarrebbe il voto moderato più di Zaia”.

Il caso di Liguria e Toscana

In Liguria invece Berlusconi, nonostante le pretese della Lega, non intende appoggiare le ambizioni di Edoardo Rixi, vicesegretario federale, imposto da Salvini. Il Cavaliere “che avrebbe voluto ripuntare su Sandro Biasotti, già governatore (ma lui ha declinato) sta studiando una terza strada che salvaguardi l’alleanza con la Lega”. In Toscana la Lega ha già candidato il prof antieuro Claudio Borghi. E da Roma in giù? Al Sud la Lega non può certo dettare legge e per il centrodestra si profilano alleanze a geometrie variabili.