Beauty center per bambine: il nuovo business dell’estetica di massa

L’estetica diventa un business anche per i piccoli. I centri di bellezza si attrezzano per attirare clienti bambine, assieme alle loro mamme: una manicure, un massaggio, magari extensions colorate ai capelli. Un fenomeno che non è ancora (per fortuna) radicato in Italia ma che in America conta già ventimila esercizi, secondo quanto riportato dal New York Times. Dagli Usa i kid’s beauty sono arrivati anche da noi: a Treviso, poi a Milano dove sono nati beauty center specializzati, linee di prodotti cosmetici per bambine, dai colori vivaci e dai sapori fruttati. Il trucco è semplice: si prospetta il trattamento come una sorta di gioco (una maschera alla frutta, un massaggio al cioccolato), si fa leva sullo spirito di emulazione delle bambine verso le madri e un po’ di clientela arriva.

La festa di compleanno dedicata all’estetica

Come scrive Micol Sarfatti sul Fattoquotidiano.it ora le ultime novità sono i beauty party: le festicciole per bambini dove oltre alla torta e alle candeline si aggiungono manicure, trucco e tatuaggi ad acqua per le amichette della festeggiata. Le estetiste non ci trovano nulla da ridire sul piano etico, ma gli psicologi dell’età infantile non sono d’accordo: la cura del corpo, durante l’infanzia, non è un fattore legato alla bellezza ma alla salute e va eseguita dai genitori. L’idea che già a 4 anni una bambina possa scegliere il colore dello smalto o fare uno scrub toglie alla fase infantile la sua dimensione ludica e creativa. Il business dell’estetica under 14 può attendere, deve attendere i tempi giusti.