Asta record per “Tintin”, il fumetto ispirato a Leon Degrelle

Continua a riscuotere enorme successo il fumetto belga Tintin: la copertina del decimo album “La stella misteriosa” è stata battuta all’asta per 2,5 milioni di euro. Ad aggiudicarsi l’oggetto da collezione è stata la galleria Petits Papiers-Huberty-Breyne di Bruxelles, specializzata nel collezionismo di fumetti. La casa ha reso noto di aver effettuato l’operazione per conto di un acquirente finale che non è belga né francese. Padre del fumetto che narrava le avventure di Tintin, giovane reporter in giro per il mondo con il suo amico a quattro zampe Milù, fu Hergè, pseudonimo di Georges Prosper Remi. Il disegnatore belga venne accusato varie volte di collaborazionismo col regime nazista. Ad avvalorare questa tesi – ricorda il sito Lultimaribattuta.it – oltre alla somiglianza tra l’eroe del fumetto e Leon Degrelle, contribuisce l’ipotesi per cui le storie di Tintin siano ispirate proprio al fondatore del Rexismo, movimento politico nazionalista di ispirazione cattolica.

Tintin è stato anche un film

Quattro anni fa Tintin è tornato a far parlare di sé per la rivisitazione cinematografica diretta dal regista hollywoodiano Steven Spielberg e girata interamente mediante la tecnica detta motion capture. Il film uscito al cinema è stato ispirato da tre albi della serie Le avventure di Tintin di Hergé, “Il granchio d’oro”, “Il segreto del Liocorno” e “Il tesoro di Rakham il Rosso”. Lasciata fuori, dunque, “La stella misteriosa” ovvero l’avventura che si è aggiudicata l’asta record. Eppure questo album può essere considerato quanto mai attuale in un periodo in cui vignetta e satira religiosa hanno un legame molto stretto: in queste tavole, infatti, vengono raffigurati due commercianti con evidenti tratti semiti che provano a sfruttare una imminente fine del mondo per portare avanti i loro affari. “La stella misteriosa” non è stato il fumetto originale di Hergè più costoso: lo scorso maggio, infatti, due tavole sono state vendute a Parigi per la cifra di 2,65 milioni di euro. Il record assoluto, invece, spetta al n.1 di Superman, venduto a giugno a 3,2 milioni di dollari.