2400 romanisti a Rotterdam: è allerta. La società avvisa i tifosi sui rischi

È massima allerta per il ritorno di Europa League tra Feyenoord e Roma che si svolgerà giovedì a Rotterdam, dopo gli scontri che hanno visto protagonisti gli hooligans olandesi. “Valuteremo eventuali problematiche per la trasferta nel prossimo comitato per l’ordine e la sicurezza, poi decideremo”, aveva detto il questore di Roma, Nicolò D’Angelo, all’indomani della devastazione in città. La partita di giovedì, di competenza della polizia olandese, potrebbe impegnare anche le autorità italiane, per controllare e scortare i 2.400 tifosi giallorossi attesi al De Kuip, lo stadio che ospita le partite del Feyenoord. Il principale obiettivo è ora di tenere a bada i 50 romanisti fermati dalla polizia durante il tentativo di vendicarsi degli ultrà avversari.

Il comunicato della Roma ai tifosi

In vista della sfida la Roma ha emesso un comunicato rivolto ai tifosi giallorossi che seguiranno in trasferta la squadra di Rudi Garcia invitandoli “a tenere conto delle informazioni di viaggio diffuse dalle autorità olandesi”. In particolare, evidenzia la società di Trigoria, il 26 febbraio – giorno della partita – ci sarà un solo treno speciale per i tifosi della Roma diretto dalla stazione centrale di Amsterdam al Feyenoord Stadium di Rotterdam. Il treno partirà dal binario 2B alle 17:15 e arriverà al Feyenoord Stadium alle 18:45. Il treno di ritorno per Amsterdam invece partirà dopo la partita, alle 23:50, e arriverà ad Amsterdam alle 01:15. La Roma, inoltra, informa i tifosi giallorossi anche della presenza di una fan zone presso il Vecchio Porto di Rotterdam da cui alcuni autobus partiranno in direzione Feyenoord Stadium alle 18:15. “La polizia di Rotterdam – conclude la nota – avverte che qualsiasi sostanza alcolica è vietata fuori dalla fan zone e che i tifosi che cercheranno di portare bevande alcoliche fuori dalla fan zone e sugli autobus o nel centro della città rischieranno una multa o l’arresto”.

Il Viminale collabora con la polizia olandese

Il club giallorosso fa affidamento sul fatto che il lotto di biglietti a disposizione – andato esaurito rapidamente – è finito nelle mani di quanti tra i tifosi erano già andati a Monaco e Manchester, in forza del diritto di prelazione. In sostanza, si tratta dei soliti noti. Ma la situazione, da fonti del Viminale, è definita «molto delicata»: si dovrà capire se nel gruppo di romanisti vorranno entrare infiltrati senza biglietto, e sulla base dello scambio di informazioni con la Polizia olandese sarà direttamente il Viminale a decidere il livello di rischio di Feyenoord-Roma e l’eventuale invio di polizia italiana di supporto.