Nuovo ultimatum dell’Isis che minaccia di uccidere il pilota giordano

Nuovo ultimatum dell’Isis che – come riporta la Cnn – avrebbe diffuso un nuovo video in cui si dà tempo alle autorità di Amman fino al tramonto di giovedì per liberare la terrorista Sajida al Rishawi e portarla al confine con la Turchia. Se questo non avverrà – afferma ancora Kenji Goto, il reporter giapponese tenuto in ostaggio dai militanti dell’Isis – sarà ucciso il pilota giordano Muath al Kaseasbeh, anch’egli nelle mani dei jiadisti.

Lo scambio con la terrorista jiadista

Nel nuovo messaggio audio l’uomo che si identifica come Kenji Goto dice che, «se Sajida al-Rishawi non è pronta per lo scambio per la mia vita al confine con la Turchia entro il tramonto di giovedì 29 gennaio, orario di Mosul, il pilota giordano Muath al-Kasaesbeh sarà ucciso immediatamente». L’autenticità del messaggio deve ancora essere verificata, ma si tratterebbe di uno sviluppo all’ultimatum di martedì secondo cui il reporter e il pilota sarebbero stati uccisi entro le 24 ore se la Giordania non avesse accettato di rilasciare Sajida al-Rishawi, condannata a morte per aver fatto parte di un commando kamikaze che nel 2005 ad Amman causò in tre differenti attacchi la morte di circa 60 persone. Mercoledì erano circolate molteplici e confuse notizie, tra cui quella secondo cui i due ostaggi (o anche solo uno) erano stati liberati in cambio della jihadista irachena. Amman, però, aveva smentito l’ipotesi, condizionata prima di tutto al rilascio del pilota giordano tenuto prigioniero.

Tokyo non cederà al terrorismo

Intanto il Giappone ha condannato il nuovo ultimatum dell’Isis giunto con il messaggio audio del reporter Kenji Goto, definendo la vicenda “semplicemente imperdonabile”. Tokyo «non cederà mai al terrorismo», ha affermato il premier Shinzo Abe in una sessione parlamentare assicurando che «ogni sforzo sarà fatto per ottenere il suo rilascio nel più breve tempo possibile». La richiesta dei militanti islamici è chiara: se la terrorista Sajida al-Rishawi non sarà “scambiata” al confine con la Turchia entro il tramonto di giovedì (circa le 23-24 di Tokyo secondo le stime del governo giapponese), il pilota giordano Muath al-Kasaesbeh «sarà ucciso immediatamente». Il portavoce dell’esecutivo Yoshihide Suga ha precisato che, anche se sono in corso gli accertamenti sulla attendibilità del nuovo audio, «è altamente probabile che la voce sia di Goto». Junko Ishido, madre del reporter freelance, ha rinnovato il suo timore per la situazione che si è venuta a creare sperando sempre “in una svolta positiva”.