Tv, brutta sorpresa per Mediaset e Rai: Sky Tg24 passa in chiaro

Sky Tg24 passa anche in chiaro sul digitale terrestre sul canale 27, dal 27 gennaio. La rete all news – ha annunciato l’ad Andrea Zappia – resta sul satellite nella versione Hd e con i contenuti interattivi e andrà anche su free con un palinsesto diverso, composto per il 70% da notizie e per il resto da approfondimenti, docu e film. «Nasce un nuovo canale in Italia – ha spiegato Zappia – ma non si tratta esattamente di Sky Tg24, è un canale diverso, con un palinsesto specifico. Sky oggi non è più semplicemente una pay tv satellitare, ma è da molto una media company. Il nostro core business rimarrà sempre la pay, sulla quale vogliamo continuare ad investire in termini di contenuti e di innovazione tecnologica perché crediamo ancora in una possibilità di crescita della pay. Vogliamo però portare sulla free buona parte delle notizie di Sky Tg24 non solo per far vedere il canale, ma anche per far conoscere l’offerta della pay tv. Questo canale, che mandiamo in onda grazie all’accordo con Class, ci serve anche come vetrina».

Nel palinsesto di Sky Tg24 la Borromeo e inchieste in “stile” Gabanelli

Il direttore di Sky Tg24 Sarah Varetto ha spiegato che verranno trasmessi non solo i notiziari «ma anche contenuti di spettacolo e rubriche di sport oltre a film e serie tv, sempre legati a fatti di cronaca. Ci sarà quindi un filo rosso che congiungerà tanti generi diversi». Una serie di programmi firmati Sky e di film ispirati ad aspetti della realtà e dell’attualità come Le mani sul paese, serie di inchieste che approfondiscono casi di corruzione e che si aprirà proprio il 27 gennaio dedicata a Mafia Capitale, o “Veleno nel piatto”, focus sull’alimentazione. Da segnalare poi ancora i documentari curati da Beatrice Borromeo e prodotti da Wildside, dal titolo Lady Ndrangheta. Si tratta di ritratti inconsueti e anche sconvolgenti sul ruolo delle donne nell’organizzazione mafiosa. Nel palinsesto troveranno spazio infine anche grandi film sempre focalizzati su vicende legate alla realtà e su personaggi, come “Il colore delle libertà” sulla vita di Nelson Mandela.