Terrorismo: a Palermo arrestato ex militare convertito all’Islam

Nella notte tra martedì e mercoledì nel Palermitano la polizia ha eseguito una quarantina di perquisizioni nell’ambito di un’attività antiterrorismo. Arrestato un convertito all’Islam di 43 anni: nella sua abitazione sono state trovate munizioni da guerra e manuali di addestramento bellico. Nella casa dell’uomo arrestato, un ex militare, sono state trovate munizioni calibro 9 e 765 nato. Il 43enne aveva sul cellulare video e foto di cadaveri coperti con un telo bianco con scritte in arabo. Sequestrati anche manuali di addestramento. Secondo indiscrezioni l’uomo aveva precedenti per violenza. L’attività investigativa effettuata dalla Digos è coordinata dal pool antiterrorismo della Procura coordinato da Leonardo Agueci e dal pm Gery Ferrara. L’arresto in flagranza è stato firmato dal pm Claudio Camilleri.

Terrorismo: il Vaticano nel mirino?

«Le minacce terroristiche contro il Vaticano? Finché rimangono delle minacce restano tali, ormai da diverso tempo si ripetono con una certa frequenza, non sono mai state individuate delle vere e proprie strategie dei programmi criminosi che portavano questi gruppi ad avvicinarsi ad un grande attentato, ciononostante non bisogna abbassare la guardia, assolutamente, perché è troppo simbolico l’attacco al Vaticano». Lo afferma, ospite di Matrix Canale 5, Stefano Dambruoso, ex magistrato esperto in terrorismo e deputato di Scelta Civica. Alla domanda su quale differenza ci sia tra il terrorismo odierno rispetto al passato, Dambruoso spiega: «C’è una differenza sostanziale che riassumerei nel fatto che prima avevamo dei terroristi che venivano da fuori» mentre «oggi, abbiamo dei cittadini europei di seconda o terza generazione», e quindi «la vera differenza sostanziale è che abbiamo a che fare con delle persone che sono davvero i cosiddetti vicini di casa. Perché è gente che è andata nelle stesse scuole dove sono andati i nostri figli e che parlano benissimo la nostra lingua, quindi. Hanno una capacità di mimetizzazione».