Real Madrid pigliatutto anche per fatturato. E le italiane arrancano

Ti piace vincere facile?” È il Real Madrid pigliatutto di Florentino Perez la società di calcio cui potrebbe essere associata la notissima pubblicità dei gratta e vinci. Tormentone musicale compreso. Già perché per l’ennesimo anno, secondo il rapporto della Football Money League che analizza il giro di affari dei maggiori club calcistici europei, proprio la squadra guidata da Carletto Ancelotti si aggiudica il primo posto per fatturato. Insomma, più titoli conquistati significa anche maggiore potere economico. E possibilità di prendere i pezzi più pregiati del mercato calciatori. Il Real Madrid ha incassato nella passata stagione ben 549,5 milioni di euro con un incremento del 6% rispetto all’anno prima. Stagione che ha visto per l’appunto il Real aggiudicarsi la “DecimaCoppa dei Campioni, o Champion League come adesso si chiama. La prima delle italiane è la Juventus, che però occupa soltanto la decima piazza.

Ecco l’elenco della Football Money League

Ma ecco la lista dei top club europei per fatturato: dietro al Real Madrid si piazza il Manchester United con un fatturato di 518 milioni, frutto delle sponsorizzazioni (+34%) e delle vendite (+24%). Terzo posto del podio è appannaggio del Bayern di Monaco di Guardiola con 487 milioni. Quarto posto al Barcellona di Leo Messi che ha fatturato 484,6 milioni; quinti e sesti i due club appannaggio degli sceicchi: il Paris Saint-Germain  che di milioni ne ha prodotti 474 e il Manchester City con 414.

Le squadre italiane arrancano

Per vedere la prima squadra italiana bisogna scendere giù sino al decimo posto della classifica appannaggio della Juventus di Allegri. Prima della quadra torinese ci sono però ben tre club inglesi, a dimostrazione dello strapotere economico della Premier League rispetto alla nostra serie A: il Chelsea, l’Arsenal e il Liverpool rispettivamente al settimo, ottavo e nono posto. I campioni d’Italia precedono in questa speciale classifica il Milan che è dodicesimo, il Napoli sedicesimo e l‘Inter al diciassettesimo posto. Purtroppo il giro d’affari delle squadre italiane, eccetto appunto i bianconeri che hanno anche lo stadio di proprietà, è diminuito o rimasto invariato negli ultimi dieci anni. Esattamente l’opposto di quanto accaduto in Spagna, Inghilterra e anche Francia (ma solo per il Psg) dove le entrate dei club sono raddoppiate. Insomma non solo un Real Madrid pigliatutto anche per fatturato, ma almeno altre otto squadre con cui è arduo competere a livello economico. Un gap che sarà difficile da colmare a breve e che rende perciò più problematica la conquista dei trofei continentali alle nostre squadre.