Pizzarotti taglia i fondi ai disabili per festeggiare lo spaghetto giapponese

«Basta. Non è possibile andare avanti a raccontare bugie e a far pagare ai disabili le scelte sbagliate dell’amministrazione comunale». Così Fabio Rainieri, segretario nazionale della Lega Nord Emilia e vicepresidente del Consiglio Regionale dell’Emilia Romagna, ha replicato al sindaco di Parma, il grillino Federico Pizzarotti, che ha confermato la linea dei tagli. «Tagliare sui più deboli è vergognoso – ha attaccato Rainieri – Ancora una volta, per giustificare la scure che colpirà il servizio d’integrazione scolastica dei disabili, il sindaco dice che non ci sono soldi. Ora, al di là degli ingiusti e ingiustificati tagli del governo Renzi nei confronti degli enti locali, il tutto non può risolversi così. Un Comune che non ha soldi – ha proseguito Rainieri – non spende più di 10 mila euro per inviare una delegazione a Tokyo per partecipare alla festa dello spaghetto giapponese. E un’amministrazione che ha a cuore il futuro della propria gente – ha tuonato l’esponente leghista – non spende soldi per gli extracomunitari, i clandestini e i campi nomadi, ma li destina a giovani, anziani e disabili. Qui – caro Pizzarotti – la verità è una sola: i soldi per quello che ti interessa si trovano. Per il resto no. Lo dimostrano i 14.393,11 euro stanziati per far tradurre in inglese, francese, spagnolo, arabo e cinese lo Statuto del Comune di Parma. Ne saranno felici i cinesi che faranno la fila per leggerlo…. Ma non era meglio lasciare che i cinesi studiassero l’italiano e destinare quei soldi ad altro? Ovviamente sì, ma Pizzarotti e l’assessore Rossi la pensano diversamente. Purtroppo».