Minacciò di sgozzare agente: marocchino condannato in Cassazione

Confermata dalla Cassazione la condanna per minaccia nei confronti di un marocchino di sessantun anni che guardando insistentemente un poliziotto, con il quale aveva già avuto dei dissidi verbali, e «mimando il gesto del taglio della gola» gli aveva detto: «Quando ti trovo fuori, sai che faccio? ti ammazzo … ti faccio un c… così a te e al tuo amico». Ad avviso dei supremi giudici, si tratta di un gesto minaccioso che evoca «un male ingiusto», così come stabilito dal Tribunale di Lucca che si era occupato della vicenda con sentenza del cinque aprile 2012. Non è nota l’entità della condanna passata in giudicato con la sentenza 2304 depositata oggi dalla Quinta sezione penale.