In posa come Hitler, bufera sul fondatore di Pegida che si dimette

Il fondatore del movimento tedesco anti-islam di Pegida, Lutz Bachmann, posa come Adolf Hitler su Fb e dopo le polemiche innescate dalla sua immagine decide di dimettersi.

Una foto diventata virale

In una foto sulla sua pagina Bachmann è apparso conciato come Hitler, con capelli, baffi e sguardo del Führer nazista. La foto, con la scritta He’s back (“Lui è tornato”), dal titolo del fortunato libro di Vermes Timur (edito in Italia da Bompiani) è diventata virale e le polemiche sono divampate.  Oltre a chi sostiene che un’immagine del genere sia un chiaro segnale della vicinanza al nazismo dei cosiddetti “Patrioti europei contro l’islamizzazione dell’Occidente”, critiche e polemiche stanno attraversando lo stesso movimento. Bachmann ha affermato a Bild che la foto coi baffi di Hitler è solo uno “scherzo” ma non ha convinto chi vede nel suo movimento una minaccia ai valori di tolleranza e libertà.

Le marce del lunedì a Dresda

Il controverso movimento di Pegida ha iniziato lo scorso ottobre ad organizzare marce settimanali a Dresda per invocare politiche di rigore contro l’immigrazione. La manifestazione di lunedì scorso è stata annullata dalle autorità dopo che sono emerse “minacce concrete” di un possibile attentato islamista, mentre Bachmann è sotto protezione della polizia in seguito a minacce di morte.

Chi è Lutz Bachmann

Chi è Lutz Bachmann? 41 anni, figlio di un macellaio, fu condannato in gioventù per furto e rissa. Scappò in Sud Africa, ma fu rimpatriato e scontò due anni di prigione. Nel 2008 fu trovato in possesso di due piccoli quantitativi di cocaina per i quali è stato condannato, ma sta godendo di una sospensione condizionale della pena che scadrà il prossimo mese. L’anno scorso è stato multato per aver mancato di provvedere al mantenimento del figlio che vive con l’ex compagna.