Esplosione in un palazzo a Roma, è panico. Trovato un biglietto di minacce

Esplosione e fiamme in un palazzo alla periferia di Roma: un uomo di 50 anni è morto e 13 feriti, di cui uno in codice rosso, sono stati trasportati in ospedale dal 118. È accaduto in piena notte, in via Vito Giuseppe Galati, in zona Palmiro Togliatti. La vittima è un 50enne napoletano, che è stato trovato morto dai Vigili del fuoco all’interno del bagno, senza finestra, di un appartamento del piano superiore rispetto a quello da cui è partita l’esplosione. I feriti sono stati trasportati in diversi ospedali della città dal 118, intervenuto con sei ambulanze e un’automedica; il più grave al Pertini. Altre persone hanno raggiunto i pronto soccorso con mezzi propri.

È partita da un appartamento al primo piano l’esplosione, in particolare da una bombola del gas trovata all’interno. In casa non c’era nessuno, l’inquilina era stata sfrattata tempo fa. Ma c’è un sospetto, un tremendo sospetto, percbé viene ritrovato un biglietto: «Il Signore la casa non ve la farà godere perché siete ladri, più ladri». Il foglio è stato sequestrato dalla polizia. Un altro elemento: la bombola di gpl trovata all’interno dell’appartamento, era nei pressi dell’ingresso e aveva la manopola aperta. Dai controlli sui contatori del gas non sarebbe emersa, invece, nessuna anomalia.

Scene di panico al momento dell’esplosione. «Si è sentito un boato fortissimo», racconta un soccorritore. Danneggiate anche quattro auto parcheggiate in strada. «Per la paura due persone si sono lanciate dalla finestra», hanno raccontato testimoni.