Altro sangue a Parigi, giallo sull’arresto di uno degli attentatori islamici

È giallo sul più giovane dei tre attentatori islamici per l’attacco a Charlie Hebdo che si sarebbe consegnato alla polizia secondo quanto scrive il sito di Le Parisien, che è stato il primo a dare la notizia nella nottata. L’arresto è confermato da diversi altri media, tra cui la radio France Info e la rete all news Itelé che citano fonti degli inquirenti. Il giovane Hamyd Mourad, sospettato di essere l’autista del commando,  si sarebbe consegnato in tarda serata a Charleville-Mezières. Ha 19 anni, e secondo le stesse fonti sarebbe “il meno implicato” nella pianificazione e nell’esecuzione dell’attacco.

Sette in manette

Nell’ambito dell’inchiesta sulla strage ci sono stati “diversi arresti” e al momento alcune persone legate agli attentatori islamici sono in stato di fermo. Lo riferisce il premier francese Manuel Valls. Gli attentatori certi per ora sono due fratelli franco-algerini di 34 e 32 anni reduci dalla Siria e, forse, il giovane arrestato che si è arreso e che avrebbe ripreso il massacro in un video. Sette le persone fermate, secondo le fonti degli inquirenti.

Ancora terrore

Sono due i poliziotti feriti durante una sparatoria in seguito a un incidente stradale: uno di loro, una donna, si trova attualmente in rianimazione. È questo al momento la dinamica dei fatti avvenuti nelle ultime ora a Montrouge, a sud di Parigi. Mancano, al momento, notizie su eventuali legami con i fatti di sangue di mercoledì nella capitale francese. Tutto sarebbe cominciato da un incidente stradale, a causa del quale alcuni agenti della polizia municipale sono stati chiamati sul posto. Mentre i poliziotti procedevano ai controlli di rito, una Clio bianca si è fermata a poca distanza, un uomo con la testa rasata e di apparente origine nordafricana ha estratto dal veicolo un mitra ed ha aperto il fuoco. Stando a quanto riferito, l’aggressore – che era protetto da un giubbetto antiproiettile – si è dato poi alla fuga in direzione banlieue.

L’arresto

Un’altra persona coinvolta, a quanto si apprende, è stata arrestata. L’uomo, secondo quanto riferisce Bfm Tv, è un cinquantaduenne di origine africana, già noto alle forze dell’ordine, ma non si tratta di uno dei due ricercati per l’attacco a Charlie Hebdo. La donna poliziotto, ferita in modo grave, è spirata poco dopo in ospedale. Le immagini video trasmesse da tutte le tv mostrano i soccorritori mentre le fanno un massaggio cardiaco sulla strada, che purtroppo non è servito. Il collega che le era a fianco, invece, è ferito in modo meno grave.