Mafia a Roma, il video del fermo di Carminati. Le reazioni nel palazzo

Acque sempre più agitate nella Capitale dopo le rivelazioni ormai di dominio pubblico dell’inchiesta sulla “cupola” mafiosa a Roma che controllava politici e imprenditori. Le notizie si accavallano nel corso della giornata: nel primo pomeriggio all’aeroporto di Fiumicino è stato arrestato Giovanni De Carlo, implicato nell’inchiesta e finora irreperibile, che era arrivato con un volo da Doha. Si tratta, secondo il procuratore Pignatone che coordina l’indagine, di un’altra figura apicale dell’organizzazione al centro dell’inchiesta romana. De Carlo si è consegnato spontaneamente ai carabinieri.

Il video del fermo di Carminati

Un  video del Ros dei carabinieri mostra intanto le fasi dell’arresto di Massimo Carminati. I carabinieri erano appostati da giorni a Sacrofano, a nord di Roma, dove Carminati vive con la compagna Alessia Marini. Il video si apre con la macchina degli uomini del Ros all’angolo di via Monte Cappelletti, la strada di casa di Carminati. Comunicazioni alla radio tra i militari, cielo grigio e umidità, è domenica 30 novembre, quattro giorni fa, pomeriggio. Una squadra comunica all’altra che Carminati sta uscendo di casa, in auto. L’immagine si sposta all’imbocco di una stradina di campagna in discesa. La macchina con la telecamera la imbocca in discesa, mentre una Smart arriva in salita nel verso opposto. “Piano, piano, ragazzi”, dice un carabiniere. “Non lo vedo, non lo vedo, non lo vedo – dice un altro, e poi – Guida lui”. La Smart si ferma per la strada sbarrata dal mezzo dei carabinieri, l’altra auto arriva da dietro per impedire la retromarcia. Carminati abbassa il finestrino e mette fuori la testa, forse vuol protestare non avendo subito capito la situazione, ma poi vede uscire tre uomini con le armi spianate e le pettorine dell’Arma e alza le mani. “Scendi, scendi da questa cazzo di macchina!”, urla un uomo del Ros. Carminati scende e alza le mani, dice ancora qualcosa ai carabinieri, sembra preoccuparsi per il figlio, che non si vede nelle immagini, nascosto dal riflesso sul parabr