In piazza la sinistra-trash tra bare, “mostri” e rinoceronti (gallery)

La foto-simbolo della manifestazione di oggi è quella di Renzi “mostro di Firenze”, ma la sinistra sindacale in versione “noir” ha dato il meglio di sè anche con la sfilata delle bare a simboleggiare la morte del lavoro, tra volti lugubri e passerella depresse secondo un collaudato copione da funerale di provincia. Lo sciopero generale della Cgil-Uil, oggi, ha fatto registrare scontri e tensione in diverse città ma anche momenti di grande euforia, con un campionario di bandiere, striscioni e iniziative allegoriche decisamente trash. Ma divertenti, per chi ama il genere. La foto di Renzi-Pacciani ha creato un po’ di polemiche, l’idea di identificare nel premier il più sanguinario serial killer italiano non è piaciuto ai più sensibili osservatori della vita politica. Meno clamore ha suscitato l’immagine, esibita in coreto, del Renzi-Pinocchio, una metafora ormai abusata da quando il premier ha deciso di intraprendere la sfida al sindacato (e al Paese) a suon di promesse e annunci mirabolanti. Il Renzi-Terminator, sterminatore dei diritti del lavoratore, è invece una novità assoluta, così come il rinoceronte di cartapesta, portato in piazza forse a simboleggiare il tentativo del governo di incunearsi, a colpi di unicorno, nello Statuto dei Lavoratori. Non sono mancati striscioni contro il Pd, principale bersaglio della manifestazione, con D’Alema contestato in piazza a Bari nonostante la sua posizione non certo allineata a quella di Renzi. Immancabile, come sempre alle manifestazioni della sinistra, il nostalgico di Che Guevara col basco in testa e il barbone. A conferma che quando c’è da scendere in piazza non resta che rispolverare i vecchi arnesi. E la Camusso? S’è vestita di rosso – «Appartiene a noi», ha detto – sfidando il look esibito qualche giorni fa da Renzi a un’assemblea del Pd. Una guerra cromatica che fa da sfondo a una battaglia politica che nelle prossime settimane vedrà il Pd alla prova dei fatti: resistere alle pressioni della piazza con lo spirito del rinoceronte o far finta di nulla e andare avanti, in linea con la filosofia di Pinocchio?