I Forconi in piazza contro Renzi: «Restituisca i diritti al popolo»

Promettono tanti tricolori, una «protesta pacifica» e «nessuna illegalità» i Forconi, che domani tornano in piazza in tutta Italia. Obiettivo delle manifestazioni sarà il governo, al quale è stato lanciato un «ultimatum». «Si riconsegnino al popolo italiano i diritti della Costituzione. Siamo contro questi politici che hanno un’agenda lontana dai bisogni delle persone e violano costantemente la Costituzione», ha detto Danilo Calvani, uno dei leader del movimento, che qualche giorno fa è tornato in strada con i trattori, sulla Pontina, per lanciare questa nuova mobilitazione.

Presìdi nelle maggiori città

Solo per Roma sono una quindicina i presìdi annunciati. A Torino si parla di quattro manifestazioni, ma per due pare che non sia arrivato il via libera della questura per motivi di viabilità, nonostante i promotori abbiano assicurato che non vi sarà «nessun blocco stradale selvaggio e nessun atto contrario alla legge». A Bologna è prevista una manifestazione permanente nel parcheggio della sede regionale Rai, in viale della Fiera, che nelle intenzioni dei promotori dovrebbe durare quattro giorni e terminare lunedì. «Il 5 dicembre il popolo sovrano vi licenzia tutti per giusta causa», sono state le parole con cui è stata annunciata la protesta bolognese.

Elicotteri, tenute militari e piani top secret

Per la mobilitazione è prevista una conclusione nazionale a Roma, martedì 9, a un anno esatto dalla protesta dello scorso anno. Come sia stata organizzata la piazza non si sa esattamente. «I piani restano segreti. Posso assicurare che saranno manifestazioni pacifiche», ha detto Riccardo Visetti, coordinatore del movimento in Piemonte, nel corso di un incontro che doveva essere una conferenza stampa e che invece è stato una sorta di lancio promozionale delle proteste, con i leader del movimento arrivati a Casale Monferrato in elicottero e attesi da un gruppo di manifestanti in tenuta militare.