“Guerra e Pace” sconfigge le sanzioni anti-Putin: la Bbc lo girerà a Mosca

La chiamano già “diplomazia della cultura“: è il rapporto privilegiato che si va delineando tra Mosca e alcune istituzioni britanniche, prime fra tutte British Museum e Bbc. Dopo il recente, storico prestito di un marmo del Partenone all’Ermitage di San Pietroburgo, ora è la tv britannica, una delle più autorevoli al mondo, ad “aggirare” le tensioni internazionali per la crisi in Ucraina e le sanzioni imposte al Cremlino: ha chiesto e ottenuto di poter girare in Russia il suo nuovo sceneggiato su Guerra e Pace.

Nessun problema per i permessi

La tv pubblica britannica ha fatto sapere di non aver avuto alcun problema con le autorità moscovite per ottenere le autorizzazioni necessarie. Un fatto che il quotidiano Daily Telegraph ha salutato come un nuovo segno di distensione, che non mancherà di riflettersi anche sulle relazioni internazionali ufficiali. Il romanzo capolavoro di Lev Tolstoj rivivrà così in sei puntate della durata di un’ora ciascuna e le riprese inizieranno il mese prossimo, con aspettative molto alte: alla Bbc si dicono convinti che sarà uno sceneggiato di grandissimo successo.

Una strategia per le relazioni

Il sì di Mosca arriva – per molti osservatori, non a caso – a poche settimane dall’annuncio del British Museum che per la prima volta ha concesso in prestito uno dei marmi del Partenone custoditi a Londra da 200 anni: destinazione Ermitage di San Pietroburgo, che celebra il suo 250esimo anniversario. Il prestito ha suscitato le ire della Grecia, che ne chiede la restituzione, ma è stato salutato dal direttore del British, Neil MacGregor, come un passaggio strategico per le relazioni tra Regno Unito e Mosca: «Entrambe le istituzioni ritengono che proprio in momenti come questi i musei debbano continuare a dialogare».