Condannati gli immigrati che hanno aggredito i carabinieri a Roma

Sono stati processati per direttissima e condannati i quattro immigrati arrestati a Roma per l’aggressione ai carabinieri avvenuta durante un controllo antidroga nei pressi di piazza Vittorio. La pena più alta la dovrà scontare un nigeriano 32enne che è stato condannato a 5 anni e 4 mesi. Mentre due cittadini della Costa D’Avorio (di 21 e 27 anni) e un cittadino della Repubblica di Guinea sono stati condannati a 4 anni e 2 mesi.

Ecco cos’è accaduto

Momenti di tensione in zona piazza Vittorio, a Roma. Una pattuglia ha fermato un nordafricano per un controllo dei documenti ma quest’ultimo si è rifiutato di consegnarglieli, allontanandosi subito dopo. A quel punto i militari dell’Arma lo hanno bloccato di nuovo, ma questa volta il giovane è stato spalleggiato da una quindicina di stranieri che hanno aggredito i due carabinieri. Chiamati i rinforzi, i militari hanno fermato quattro persone che sono state portate in caserma per accertamenti. Sei carabinieri sono rimasti feriti e sono stati medicati all’ospedale San Giovanni. All’aggressione alla pattuglia avrebbero partecipato una ventina di stranieri.