Anche a calcio i magistrati battono i politici (seppure ai rigori)

Il quadrangolare di calcio organizzato dal Viminale al Centro sportivo Acqua Acetosa a Roma è stato vinto dalla squadra dei magistrati  che, ai rigori, ha battuto la squadra dei parlamentari. Ad arbitrare la finalissima Luigi Rosato, il giovane arbitro 17enne aggredito nel corso di una gara lo scorso ottobre a Lecce e finito all’ospedale. I vincitori sono stati premiati dall’attrice comica Manuela Aureli, madrina della manifestazione. Alla fine dell’incontro, Alberto Intini, presidente dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, ha consegnato il Salvadanaio, contenente le offerte raccolte nel corso del torneo quadrangolare, al vicepresidente della Comunità di Sant’ Egidio, don Vittorio. «Le regole sono state osservate, per portare nei campi dello sport e della vita, il principio del rispetto. Ringrazio tutti a nome della nostra comunità e faccio ai presenti gli auguri per Natale», ha detto don Vittorio. Il capo della Polizia Alessandro Pansa ha spiegato: «Abbiamo cercato di includere gesti di solidarietà a questa manifestazione sportiva sulla legalità e il calcio in vista del Natale». Per il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, la giornata ha permesso «di contribuire tutti insieme a far sapere che la legalità e lo sport sono le stessa cosa e siamo felici di poter dare un piccolo contributo ad un pranzo di Natale per persone che non lo avrebbero avuto con serenità». Si è trattato del primo di una serie di incontri che nel 2015, per analoghi scopi benefici, vedranno affrontarsi in campo, negli stadi delle maggiori città d’Italia, le squadre del quadrangolare (Giornalisti Rai, Viminale, Magistrati e Parlamentari) ed altre rappresentative.