Brunetta le canta a Renzi: «Quanta fretta ma dove corri, dove vai?»

«Matteo Renzi, quanta fretta ma dove corri, dove vai?”. Lo scrive su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio, sulla legge elettorale postando il video della canzone di Edoardo Bennato Il gatto e la volpe, e taggando anche il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, e il capogruppo Pd alla Camera, Roberto Speranza. Brunetta, in una nota, poi respinge le accuse a Forza Italia da parte del partito del premier di «fare melina». Ricorda che il sì della Camera risale allo scorso 12 marzo. ma che «da quel momento è stata insabbiata al Senato per volere di Renzi e della sua maggioranza di governo. Melina a chi? Per non parlare delle modifiche al Patto del Nazareno imposte, in modo leonino, sempre dal presidente del Consiglio». Brunetta elenca 17 modifiche «unilaterali di Renzi» a contenuti e tempi dell’Italicum e alla riforma costituzionale rispetto a quanto concordato il 18 gennaio 2014: «Vi sembra poco. Di una cosa siamo certi: non è finita qui. Continua..».

Il calendario della Boschi

Sui tempi relativi all’iter delle riforme e della legge elettorale «c’è sempre intesa con Forza Italia», per esaminarle ed approvarle prima dell’elezione del nuovo Capo dello Stato, anche perché «non possiamo bloccare tutto in attesa di una data che non si sa quale sarà», ha detto ila Boschi, a Montecitorio. «Il calendario – ha spiegato il ministro – prevede che l’8 gennaio saremo in Aula alla Camera con la riforma costituzionale e contemporaneamente al Senato procediamo con la legge elettorale. Il Capo dello Stato ancora non si è dimesso e non possiamo bloccare tutto in attesa di una data che non si sa quale sarà. Su questo anche Forza Italia è d’accordo».