400mila euro in gioielli e preziosi: una nomade in manette a Roma

A volte la giornata sfortunata capita anche ai nomadi. Ma, certo, scoprire che una ventenne sia riuscita ad inguattare banconote, preziosi e oggetti griffati per un valore di centinaia di migliaia di euro lascia un po’ esterrefatti. La storia che raccontiamo è venuta alla luce in queste ore nella Capitale. È la storia di una nomade di 21 anni, una giovane come se ne incontrano tante, nelle ore di punta, su tram e metropolitana. Una, nello specifico, parecchio sveglia se è vero come è vero che la ragazza avrebbe messo a segno diversi colpi nel centro storico di Roma, in appartamenti di lusso, riuscendo a mettere insieme un bottino da oltre 400mila euro, fatto di gioielli e materiali preziosi.

Griffe famose, ori e argenti

Adesso la ragazza è finita in manette, arrestata dalla polizia in seguito alle indagini scaturite dalla denuncia di alcuni furti. Tuttavia la sorpresa degli inquirenti è stata tanta nello scoprire l’entità del bottino celato dalla donna. Durante la perquisizione nella casa della giovane, infatti, gli agenti hanno sequestrato ben 90 borse, borsoni e trolley di griffe famose, numerosi portafogli, 200 posate in argento, pellicce, occhiali nonché orologi e accendini di valore, 62 anelli in oro e argento, gemelli in argento e oro per camicie, orecchini, spille, bracciali, ciondoli e collane. Inoltre, sono stati rinvenuti anche 2 apparecchi “conta banconote” e due borse contenenti “fac simile” di banconote da 50, 100 e 500 euro pari a circa 6 milioni di euro. Oltre a 3 telefoni cellulari. Un autentico tesoro che adesso potrà essere catalogato e restituito alle vittime dei furti.