Vendola isterico: grida “fascisti di m..” ai consiglieri di Forza Italia

Vendola ultrasinistro ( e isterico) perde il pelo ma non il vizio. Ecco quello che il governatore della Puglia ha gridato contro i banchi di Forza Italia : «Fascisti di m…». Nichi  non ha alzato il pugno, ma lo spirito del fanatismo che fu rimane lo stesso. E così una seduta del Consiglio regionale dedicata alla stabilizzazione dei precari finisce in rissa, con Vendola omaggiato dai suoi agit prop.

Inutile provocazione

A incendiare l’atmosfera aveva provveduto lo stesso Vendola quando, a conclusione del dibattito, aveva gratuitamente attaccato il suo predecessore, Raffaele Fitto,  accusandolo di «sciatteria». A quel punto i consiglieri del centrodestra insorgono. Ma il governatore è confortato dalla claque di precari (i clientes di Sel) che si era portato dietro in Consiglio, come truppe cammellate. Ne nasce un altro parapiglia. Vendola, secondo quanto riferisce il Consigliere di centrodestra Davide Bellomo, comincia a offendere i propri oppositori a suon di «vaffa…pezzi di m..». Un consigliere di FI, Aldo Aloisi, lo prende in giro. Ed è a questo punto che il givernatore lancia l’insulto largamente usato dagli estremisti di sinistra degli anni Settanta.

Una brutta pagina

Finisce qui la cronaca di una giornata di ordinaria isteria politica, animata da un personaggio, il Vendola governatore, che cerca evidentemente di sopravvivere al proprio declino politico gratificando l’anima più becera della sinistra che fu. E dire che certe esibizioni farebbero impallidire persino la Camusso e Landini messi insieme.