Il sindaco Marino bocciato dal 91 per cento dei commercianti romani

A Roma non smette di piovere sull’amministrazione capitolina: il 78,4 delle imprese del Tridente hanno dato un giudizio molto negativo del sindaco Ignazio Marino, percentuale che sale al 94,8% per le imprese che insistono in zone diverse dal Tridente. Emerge da una indagine di Confcommercio di Roma condotta da Format Research, svolta tra il 6 e il 7 novembre con il metodo delle interviste telefoniche e su un campione di 500 imprese del commercio e del turismo su 54 mila, come ha reso noto il presidente di Format Research Pierluigi Ascani, che ha poi spiegato:

Il Comune non ascolta le imprese

«Abbiamo chiesto quanto è in grado l’amministrazione comunale di ascoltare la voce dei commercianti, il 91,1% ha bocciato la capacità di ascolto, una percentuale che si abbassa leggermente tra le imprese del Tridente. Ma il dato forte è che solo il 10% dà all’amministrazione una medaglia per ascolto. Non è positivo nemmeno il giudizio su Ignazio Marino: il 94,5 danno giudizio molto negativo, presso le imprese del Tridente giudizio molto negativo si abbassa al 78,4. La negatività è stata più ampia di quella che si sarebbe aspettata – ha commentato il presidente della Confcommercio Roma Rosario Cerra – Sono state fatte molto iniziative sul centro, anche in maniera scomposta, mentre non c’è stata attenzione né strategia nelle periferie. Servirebbe, forse, un’attenzione meno “radical-chic” sul resto della città».

Protestano pure i vigili ed è traffico-caos

E anche ieri traffico in tilt a Roma a causa di un’assemblea indetta dai vigili urbani, e dei dipendenti comunali, dalle 7 alle 10 che si è svolta al Campidoglio. Se pure i vigili garantiscono i servizi essenziali, si registrano code un po’ ovunque.