In tv la Santanché attacca Napolitano e litiga con Cacciari

Uno scontro acceso quello tra il professore Massimo Cacciari e la parlamentare di Forza Italia Daniela Santanché, ospiti di Corrado Formigli a Piazza pulita su La7. Motivo del contendere: Giorgio Napolitano. L’onorevole di Forza Italia è partita in quarta criticando l’operato del presidente uscente, sottolineando come «non abbia governato per il bene degli italiani» e facendo così infuriare Cacciari, il quale ha replicato duro: «Formigli, se dobbiamo stare qua a commentare quel che dice la Santanché, io mi alzo e me ne vado». L’ex sindaco di Venezia ha proseguito difendendo apertamente il presidente, «costretto dall’emergenza di una classe politica senza dignità etica e morale a restare al suo posto, senza averne alcuna voglia».

Formigli cerca di fare da piacere

Finito il primo round, la Santanché è tornata all’attacco: «Napolitano ha violato la Costituzione, dopo le elezioni del 2013 avrebbe dovuto sciogliere le Camere e ridare il voto agli italiani». E Cacciari di rimando: «Ma cosa sta dicendo! Ma ci rendiamo conto? Formigli, lei ha il dovere di informare chi di dovere, la Santanchè non può dire che Napolitano ha violato la Costituzione». Formigli ha cercato di fare da paciere: «La Costituzione prevede l’obbligo per il presidente della Repubblica di sciogliere le Camere solo se manca una maggioranza. Napolitano ha valutato diversamente, ne aveva la facoltà e quindi non ha violato nulla».