La Panda in divieto di sosta, le Iene… e Marino cade dalla bici

Nuovo scandalo-Marino. Doppio ‘“colpo” per la trasmissione Le Iene che riesce a riprendere la ormai famosa (o famigerata) Panda rossa del sindaco di Roma sotto la sua abitazione in divieto di sosta e lo stesso Marino che cade dalla bicicletta per dribblare le domande incalzanti dell’inviato. Una comica se non fosse una bufera su cui c’è poco da ridere. Il caso delle 8 multe non pagate e del dossier Ztl del Comune “manomesso” e svelato dal senatore Andrea Augello gridano ancora vendetta mentre lo scoop delle Iene aggiunge arroganza e rabbia. La ben tristemente famosa Panda è stata “beccata” in divieto di sosta dal consigliere regionale del Lazio Fabrizio Santori che ha denunciato l’accaduto.

La “famigerata” Panda rossa colpisce ancora

Marino riesce a peggiorare la sua situazione oltre che la scarsa considerazione che i romani hnno maturato da tempo. «Tutto è partito – spiega una nota della trasmissione – qualche settimana fa quando, raccontando della Panda rossa di Marino posteggiata gratuitamente nel parcheggio custodito del Senato, senza che fosse più un senatore, le Iene hanno scoperto una cosa molto strana: la macchina del sindaco è stata per molto tempo posteggiata in zona Ztl, cioè a traffico limitato, nonostante il permesso della sua auto fosse scaduto il 23 giugno 2014. Permesso rinnovato ben due mesi dopo, il 21 agosto 2014». La Iena Giarrusso ha provato a chiedere spiegazioni al sindaco Ignazio Marino che, però, ha preferito non rispondere. «Per sfuggire alle domande dell’inviato – conclude la nota – Marino cade dalla bicicletta».