Grillo, reddito da “casta”: 7.500 euro al mese, tante case e una Mercedes…

Per essere un leader che si batte per i più umili e i più indifesi, Beppe Grillo non se la passa affatto male: in fin dei conti non è difficile arrivare a fine mese con 7.500 euro di reddito al mese, per 147.531 euro lordi in un anno, dichiarati nel 2013, pari a 91.511 euro l’anno. Che il comico, anche grazie alla sovraesposizione mediatica ottenuta con l’attività politica, non se la passasse male, era prevedibile. Come è possibile che il reddito del leader dei Cinque Stelle sia venuto fuori con tanta dovizia di particolari?

Grillo non aveva previsto che…

I redditi dei parlamentari sono pubblici, ormai, da molti anni. Ma nel caso di Grillo l’obbligo alla comunicazione del reddito scaturisce dalla norma che costringe anche i presidenti e i tesorieri dei partiti a fare luce sui propri guadagni. Ed ecco che la dichiarazione dei redditi di Grillo è comparsa sul sito  “parlamento.it” (questo il documento completo), con tutte le voci dettagliate. A parte il reddito, una decina sono le proprietà immobiliari, due le auto e tre le partecipazioni azionarie.

Ma non ci aveva rimesso i soldi?

Nel marzo scorso il leader del M5S, intervistato da Enrico Mentana, si era lasciato andare a un’affermazione molto sobria «Il mio 730 è a zero da quattro anni, sono l’unico che fa politica e ci ha rimesso dei soldi». A quanto pare le cose non stavano esattamente così. Nella dichiarazione spiccano la villa di Marina di Bibbona, un appartamento a Rimini con box, un box a Valtournenche (in Valle d’Aosta), e un appartamento a Megéve, in Francia, dotato di due posti auto, più un appartamento a Lugano. Come partecipazioni azionarie, Grillo possiede 10 azioni della Banca Popolare Etica, una quota della Bellavista società di Genova, di cui Grillo risulta anche amministratore, e un’altra quota della Gestimar S.r.l.