Aveva commesso reati ma è ancora in Italia. E ha tentato un omicidio

Numerosi precedenti e un ordine di espulsione emesso dalla questura di Palermo. Nonostante questo, è ancora in Italia, libero di circolare e, soprattutto, di tentare un omicidio. È il profilo del polacco di 23 anni arrestato dai carabinieri di Lissone, in Brianza, per il tentato omicidio di una romena di 41 anni.

La tragedia sfiorata

Il giovane ha spinto la donna sui binari della stazione mentre era in arrivo il treno. A quanto si è appreso, i due non si conoscevano e quindi le motivazioni del gesto restano da capire. Ciò che è certo è che la donna si è salvata solo grazie all’intervento di un ragazzo siciliano di 24 anni, che ha assistito alla scena e si è lanciato in aiuto della vittima riuscendo a farla risalire sulla banchina un attimo prima dell’arrivo del treno e mentre altri cittadini avvertivano le forze dell’ordine, che così sono riusciti a catturare il polacco.

Solo lievi contusioni

La donna ha riportato una prognosi di 7 giorni per le contusioni dovute alla caduta sulla massicciata. Nessun disagio, invece, per la circolazione ferroviaria, che non ha subito ritardi.