“Buttanissima Sicilia” dà spettacolo: a teatro il successo di Buttafuoco

Un caso editoriale, un successo imprevisto e travolgente. Successo che tutt’ora non accenna a placarsi per  “Buttanissima Sicilia”, il panphlet che Pietrangelo Buttafuoco, ha voluto dedicare alla sua martoriata terra, e che pare faccia dormire sonni assai sudati e agitati a Rosario Crocetta, attuale presidente della regione.  Nato dalla corrosiva penna di Buttafuoco, il tascabile edito da Bompiani è divenuto ormai un vero e proprio manifesto politico, un segno di riconoscimento, una dimostrazione di insofferenza.  Quasi una iniezione di fiducia e di speranza per quanti sognano di liberare la Sicilia dai suoi mali endemici; un formidabile atto d’accusa nei confronti di una autonomia regionale che ha ingabbiato tante intelligenze e frustrato ogni speranza.

Adesso è uno spettacolo teatrale

Adesso “Buttanissima Sicilia” è diventato anche uno spettacolo teatrale. Spettacolo itinerante per la regia di Giuseppe Sottile del Basto che, dal libro-evento di Buttafuoco ha tirato fuori un’ora e mezza di gustose digressioni in prosa e musica. Ed è perciò subito farsa, come spesso è la politica,  ed è pure tragedia, senza grandezza alcuna e senza dignità,  ed é ancora pantomima  col ridicolo che sempre ne consegue. Una specialissima Opera dei Pupi portata in scena da Salvo Piparo, Costanza Licata e Rosemary Enea che attraverso  sarcasmo e ballate sciorinano il racconto della devastazione dell’isola.

Al Teatro Sangiorgi di Catania

Sabato prossimo, 8 novembre, “Buttanissima Sicilia” debutterà a Catania, al Teatro Sangiorgi, in una serata organizzata da Panorama d’Italia. L’attesa è già quella delle grandi occasioni. E, a scanso di equivoci, è già tutto esaurito.