Traffico di droga con gli sms: 17 arresti

La Guardia di Finanza ha smantellato un’organizzazione formata da albanesi, che importava e gestiva lo spaccio di cocaina nel Nord Italia. Sono 17 gli arresti, 66 gli indagati e 23 i chili di stupefacente sequestrati per il valore complessivo di 2,5 milioni di euro. Le perquisizioni sono state eseguite ad Aosta, Torino, Lodi, Vigevano, Vipiteno e La Spezia. L’indagine, diretta dalla Dda di Torino, è partita nel 2011. L’organizzazione si era velocemente fatta largo nel panorama dello spaccio di cocaina nell’Italia settentrionale. Efficientissimo il meccanismo di importazione e distribuzione che era stato messo a punto: i distributori consegnavano i panetti di cocaina purissima da un chilo ciascuno, contraddistinti da una sigla impressa con pennarello nero dal fornitore e concordata in fase di pagamento della partita di droga; la consegna veniva gestita attraverso sms codificati: “Amico, alle 9 ho prenotato il campo di calcio. Ci vediamo lì per giocare”. In collegamento diretto con i propri fornitori, connazionali residenti in Belgio e Olanda, i vertici dell’organizzazione – che sono stati tutti arrestati – rifornivano l’imponente domanda di cocaina del Nord Italia. I finanzieri hanno sequestrato la partita di droga più consistente (14 chili), nascosta in un autoarticolato proveniente dall’Olanda, pedinato e fermato sull’autostrada.
In un’altra operazione finanzieri del Gico di Bari hanno arrestato cinque cittadini albanesi dediti al traffico internazionale di sostanze stupefacenti tra la l’Albania e l’Italia e prevalentemente in provincia di Bari, tra Terlizzi e Molfetta, e a Trani. Ai cinque è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Bari su richiesta della locale Dda. L’operazione trae origine dal sequestro di 300 chili di marijuana eseguito nel porto di Bari nei confronti di un cittadino macedone. Il gruppo aveva come base Terlizzi. Nel corso delle indagini erano stati sequestrati altri 40 chili di marijuana e arrestate sei persone (due albanesi e quattro campani).