L’86% degli italiani vuole lo stop all’invasione di immigrati

La maggioranza degli italiani (56%) ritiene che gli immigrati in arrivo siano troppi e bisognerebbe rimandarne indietro molti. È quanto emerge da un sondaggio commissionato dal Corriere della Sera per Ipsos. Nell’articolo firmato da Nando Pagnoncelli, emergono altri dati significativi. Secondo l’84% degli intervistati «l’Europa ha lasciato solo il nostro Paese nel fronteggiare l’emergenza crescente degli sbarchi degli immigrati». Inoltre, «un italiano su due (esattamente il 50%) è del parere che siamo stati troppo tolleranti e avremmo dovuto respingerli» mentre solo il 42% «pensa che ci siamo comportati nel modo giusto, né troppo tolleranti né troppo rigidi». Le critiche all’eccesso di tolleranza, osserva Pagnoncelli, «prevalgono tra tutti gli elettori con l’eccezione di quelli del Pd. Ed è interessante sottolineare – osserva il sondaggista del Corsera – che tra i cattolici la percentuale di coloro che criticano la tolleranza è superiore (oltre 53%), nonostante le posizioni assunte da papa Francesco su questo tema a partire dalla simbolica visita a Lampedusa del luglio 2013».

Ius soli? Lo vuole solo il 26% degli interpellati

Il sondaggio, condotto tra il 21 e il 22 ottobre, fornisce un quadro interessante anche sulla posizione degli intervistati relativamente alla cittadinanza agli immigrati. Solamente per il 26% degli interpellati «la cittadinanza va data a tutti i figli di immigrati nati in Italia». Per il 27% degli italiani la normativa va bene così e non va resa troppo facile la cittadinanza, mentre il 43% è possibilista, «ma solo a chi mostra di volersi integrare».

Nuovi sbarchi? Stanno bene solo al 9%

Altro dato significativo, al 56% degli italiani che ritengono gli immigrati troppi, va aggiunto un altro 30% che «pensa che il loro numero sia adeguato ma si debbano impedire nuovi arrivi». E solo «il 9% ritiene che tutto sommato gli extracomunitari siano pochi, tenuto conto del contributo che possono dare al nostro Paese in termini di natalità e di lavori umili che gli italiani preferiscono non svolgere». Tirando le somme, per l’86% degli italiani va detto basta a nuovi sbarchi.