Sondaggio choc, l’80% dei romani non vuole più Marino: «Se ne vada»

A un anno e mezzo dalle elezioni, il gradimento di Ignazio Marino ha subìto un crollo da record. Il sondaggio Swg – commissionato dal Pd capitolino e pubblicato da Repubblica – dà una sentenza durissima: solo il 20% dei romani si fida ancora del sindaco, l’80% «poco o per nulla». Quattro su cinque preferirebbero qualcun altro in Campidoglio. Scattata dalla Swg per conto del Pd romano.

«Non funziona niente, la città è sporca»

Alla domanda su “che cosa funziona bene a Roma”, il 54% ha risposto: «Nulla». Per la stragrande maggioranza, chiamata a descrivere la città con tre aggettivi (senza indicazioni prestabilite), Roma è sporca (62%) caotica (49), degradata (35): il termine «bella» — che dovrebbe essere il più usato — compare solo al quinto posto. Le emergenze da risolvere, il 61% indica «il decoro urbano», il 59 «la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti», il 53 «i problemi legati al trasporto pubblico». Servizio, quest’ultimo, che per quattro romani su cinque è quello che funziona peggio (79%), seguito ex aequo dalla gestione del traffico (70) e dei rifiuti (69), più distanziate la sicurezza (52) e la polizia municipale (45), che registrano comunque un gradimento piuttosto basso.

Il commento di Gianni Alemanno

È tuttavia il confronto con il predecessore a far suonare il campanello d’allarme. Alla domanda: “Secondo lei come vanno le cose rispetto a quando c’era come sindaco Alemanno?”, solo il 23% risponde che è meglio con Marino; per il 40% va peggio. «È un sondaggio pesante. Dopo un anno e mezzo il fatto che l’80% dei romani sia contro Marino è impressionante», ha commentato Alemanno. «Mi ha colpito il fatto che il 40% mi consideri un miglior sindaco rispetto Marino – ha aggiunto – Questo sondaggio non è altro che il risultato delle scelte astratte del sindaco e dell’arroganza con cui le impone. E dimostra un distacco tra Marino e le richieste e le esigenze dei romani».