Scuola, schiaffeggia lo studente che lo insultava. Prof denunciato a Cagliari

Ragazzini sempre più violenti e aggressivi, anche nelle aule scolastiche. Si allunga la lista dei casi di scontro tra studenti e professori. Un docente ha rifiutato di dare una sigaretta a uno studente di tredici anni delle scuole medie. Il ragazzino lo ha insultato e per reazione il docente gli ha mollato un schiaffo.  La vicenda è accaduta poco prima del suono della campanella in una scuola media della provincia di Cagliari.

La denuncia

Un altro alunno delle medie che stava nelle vicinanze ha immediatamente chiamato il 112: «C’è un professore che sta malmenando uno studente davanti alla scuola», ha detto al telefono. Immediato l’intervento dei carabinieri che hanno inviato sul posto una pattuglia.  Sono scattati subito gli interrogatori. Conclusione della vicenda? Il professore è stato denunciato per abuso dei mezzi di correzione o di disciplina e il ragazzino è passato per vittima. L’alunno che ha ricevuto lo schiaffo è entrato comunque a scuola, seguendo normalmente le lezioni. I militari hanno avviato le indagini per verificare dettagliatamente l’episodio e per capire come si sia svolta l’intera vicenda.

La lista dei casi di minori aggressivi è lunga

Quello accaduto a Cagliari non è l’unico caso. La lista dei casi di aggressività di minori è lunga. Qualche giorno fa un docente universitario è stato aggredito e pestato a sangue da un gruppo di ragazzini quindicenni, a due passi da casa, davanti agli occhi impietriti dei propri bambini. Poi c’è stato il caso del tredicenne che ha aggredito il professore di musica in classe perché aveva preso un brutto voto. E altri caso si affacceranno nelle cronache quotidiane. Nel caso della media di Cagliari, tuttavia, resta da stabilire chi fosse veramente la vittima: il docente insultato o l’allievo redarguito, magari in modo manesco ma sicuramente con giusta ragione?