Ricordo di Ettore Ciancamerla, l’insegnamento morale di un uomo politico missino

Dai figli di Ettore Ciancamerla, illustre uomo politico missino scomparso nel 1993, riceviamo e volentieri pubblichiamo questo loro  ricordo del padre.

Il 18 settembre scorso ricorreva l’anniversario della morte di Ettore Ciancamerla, nostro padre. Parlare di lui a distanza di tanti anni non è per noi facile, è un ricordo che ci portiamo dentro, praticamente da sempre, di un affetto forte che oggi come allora ci lega quotidianamente nelle nostre scelte a nostro padre.

Sono passati più di venti anni dalla sua scomparsa, che ha cambiato il corso delle nostre vite, mantenendo tuttavia saldo il ricordo di una persona che noi figli abbiamo sempre e solo percepito nel suo ruolo di papà premuroso e gentile, attento e protettivo. Il felice ricordo “limitato” all’ambiente familiare da noi conservato nei nostri cuori, nel corso di questi anni si è ampliato, restituendoci una figura amplificata e, se possibile, ancora più grande e importante, permettendoci di conoscere un altro Ettore Ciancamerla; non solo il padre affettuoso ma anche l’uomo integerrimo, generoso e impegnato socialmente e politicamente.
Questo rafforzamento ci è stato consentito grazie alle strette di mano, agli occhi, alle voci e ai ricordi di quanti hanno avuto l’occasione di incontrarlo, parlarci e viverlo nel corso della sua vita. Fa estremo piacere e “ci gonfia il petto di orgoglio”, anche dopo molti anni dalla sua perdita, poter toccare con mano l’eredità, sempre positiva, che nostro padre ha lasciato a tutte queste persone, e a tutti quanti ancora hanno voglia di ricordarlo insieme a noi.
A distanza di tanti anni la sua figura è ancora viva e forte in chi lo ha conosciuto, e fa ancora più piacere poter vedere che questo ricordo è conservato con grande affetto nei cuori della gente. E quindi ai nostri ricordi sempre vivi, di figli si sono unite, col passare del tempo, le emozioni e le sensazioni dei tanti suoi amici, colleghi e persone che , spesso con convinzioni opposte alle sue, sentendone pronunciare il cognome e incontrandoci, molto spesso anche solo per un attimo, ci hanno sempre manifestato il loro rispetto, stima e affetto nei confronti di nostro padre. Da tali testimonianze, che vanno al di là del “semplice” amore filiale, emerge una persona speciale, disegnano un uomo che ha sempre costituito un esempio per la propria gente; un persona onestà, un uomo garbato, un esempio di serietà, di correttezza e di passione, un uomo che ha sempre creduto nelle sue battaglie fino in fondo, impegnandosi senza risparmio alcuno, sia nell’attività politica che nell’esperienza sindacale.
Con queste nostre poche righe vogliamo ringraziare quanti ci hanno dato l’opportunità di ricordare un uomo, un padre, un amico che tanto ha lasciato in termini di spiritualità ed esempio. Nostro padre era solito dire che la politica è servizio, e deve essere fatta nell’interesse del popolo; mai come ora tali parole risultano attuali e pertinenti con i tempi che stiamo vivendo.
Grazie. Un ideale abbraccio che dura da 21 anni.

Alessandro e Valerio Ettore Ciancamerla