Parascandolo: «La Rai per 20 anni occupata dalla malapolitica». Si sbaglia, l’okkupazione “militare” è tutta di sinistra

«Negli ultimi venti anni la Rai ha smarrito la sua identità in seguito all’occupazione quasi militare anche dei suoi spazi da parte della mala politica». Parola di Renato Parascandolo, già presidente di Rai Trade e  direttore di Rai Educatuonal, durante la presentazione del concorso “Una nuova carta d’identità per la Rai”. A questa affermazione va fatta una correzione sostanziale: laRainon è stata occupata dalla malapolitica, ma dalla sinistra in modo militare.A un certo punto bisognerebbe trovare la serenità per chiamare le cose con il loro nome e non prendere in giro la gente. Dire «negli ultimi vent’anni» sottointende un retropensiero subdolo: il “ventennio”, si sa, nell’opinone diffusa e veicolata ad arte, significa l’era berlusconiana. Dunque, il sottinteso è il seguente: per Parascandolo la Rai ha perso la sua identità per colpa del centrodestra targato Berlusconi. In realtà lo scudo protettivo anti-Cav è stato ed è il parafulmine che ha coperto fin’ora una copertura capillare da parte della sinistra dei posti chiave all’interno dell’azienda. Non è il caso di citare la gestione proprietaria di Rai 3 perché lo sanno tutti. E non vale il discorso subdolo che fanno in molti, cioè che Rai 3, comunque, fa ottima programmazione: il servizio pubblico non dovrebbe di norma appartenere agli amici e agli amici degli amici. Prendiamo Ballarò: va via Floris, viene Giannini di Repubblica, non Belpietro di Libero, non Sallusti del Giornale. Tutti ottimi professionisti, come Giannini, solo che questi è più affine o funzionale degli altri validi colleghi, è evidente. Dunque, il criterio della qualità, per favore, risparmiatelo… Anche perché i pochi dirigenti che il centrodestra ha promosso hanno sempre ottenuto ottimi risultati in termini di ascolto e qualità. Dunque vorremmo sapere a quale identità smarrita si riferisce Parascandolo. Piuttosto (e purtroppo) si tratta di un’identità ben definita e che l’azienda non ha mai smarrito…