Non c’è pace in casa Le Pen. Un doberman del padre ha sbranato la gattina di Marine… e lei se ne va di casa

Sono ai ferri corti Marine Le Pen e il padre, tanto che l’attuale leader del Front National ha deciso di lasciare la tenuta di famiglia. Alla base della “separazione”, però, non ci sono insanabili ragioni politiche, né acredini rimaste irrisolte da quando, qualche mese fa, per la prima volta Marine prese le distanze dal padre per le sue battute antisemite nei confronti del cantante di origini ebraiche Patrick Bruel. A far esplodere il caso, secondo quanto riferito da L’Express, è stato invece un grave incidente domestico: la gattina di Marine è stata sbranata a morte dal doberman di Jean-Marie. Una vicenda che ha fatto infuriare la leader del Fn e che una volta per tutte le ha fatto prendere la decisione di lasciare la casa paterna, nei pressi di Parigi, per trasferirsi altrove. Si tratta di una scelta che Marine meditava da tempo, ma che è stata accelerata dall’uccisione di una delle sue gattine bengalesi. La leader frontista ha acquistato una proprietà a La Celle-Saint-Cloud, nel dipartimento delle Yvelines, un’altra località non lontana dalla capitale. Secondo L’Express, la nuova casa è una grande villa con giardino, dove Marine Le Pen potrà anche organizzare dei ricevimenti. E, soprattutto, dove i suoi animali domestici potranno vivere in pace e serenità.