Manganellate agli operai. Landini all’attacco: «Non finisce qui»

Brutta storia quando la polizia carica i lavoratri. Il “fattaccio” è successo a Roma , durante la manifestazione degli operai dell’Acciaieria di Terni (Ast), che erano giunti nella capitale per manifestare contro il piano industriale della ThyssenKrupp.  La manifestazione è degenerata a piazza Indipendenza, quando si sono verficati tafferugli tra le forzedell’prdine ei lavoratori. Denuncia il segretario nazionale Fim-Cisl Marco Bentivogli: «Stavamo facendo un corteo assolutamente pacifico verso il Mise che è stato interrotto da una carica immotivata da piazza Indipendenza. Non c’era e non c’è nessun problema di ordine pubblico, lo crea chi ha caricato».

Tre all’ospedale

Diversa la versione dei fatti offerta dalla Questura di Roma:  «Non c’è stata nessuna carica, ma un’azione di contenimento quando i manifestanti hanno tentato di forzare il cordone di poliziotti per andare verso la stazione Termini». Il sottosegretario Graziano Delrio: «Il governo continua a essere impegnato nell’affrontare la crisi di Ast Terni ed effettuerà una puntuale verifica per quanto accaduto oggi con il ferimento di alcuni operai». Va all’attacco Maurizio Landini, che era presente agli scontri:  «Hanno caricato i lavoratori, tre sono in ospedale. Appena siamo partiti in corteo stiamo stati caricati senza alcuna motivazione. Anch’io ho preso le botte dai poliziotti. Tre dei nostri sono finiti in ospedale, non finisce qui».  Annuncia il segretario della Fiom: «Vogliamo chiedere un incontro al governo e alla polizia perché non si picchia così».

Esasperazione sociale

Susanna Camusso prende la palla al balzo per criticare il governo: «Ci sono persone che rischiano il posto di lavoro che oggi sono state picchiate dalla polizia. Si parli di questo e non delle sciocchezze». Anche il segretario della Uil, Luigi Angeletti, ha fatto sentire la sua voce.  «Oggi è successo un fatto grave e inaccettabile: i lavoratori della Ast di Terni che hanno manifestato davanti al consolato tedesco, in Piazza Indipendenza, sono stati, improvvisamente e senza motivo, caricati dalla polizia». Comunque la si voglia vedere, gli incidenti di Roma  rimangono un fatto che deve impensierire tutti. Sono il segno del clima di grave esaperaziuone sociale che si respira in Italia. E la politica del governo Renzi sembra acuire le tensioni, invece di risolverle.