La Kyenge annuncia: «Mi trasferisco in Germania». In tanti esultano, ma era solo un gioco…

«Andrò in Germania per 28 mesi». L’annuncio su Twitter firmato sul profilo ufficiale di Cécile Kyenge in 24 ore ha messo in subbuglio i Social network. In 17 avevano ritwittato il messaggio, in quattro l’avevano aggiunto tra i preferiti, forse come auspicio per una nuova carriera per l’ex ministra dell’integrazione. Purtroppo per i fan (e per i detrattori) dell’esponente Pd, il messaggio non era una cosa seria. O meglio, era seria la finalità, ma non il contenuto. A darel’annuncio la stessa europarlamentare con un altro cinguettio: «No, non vado in Germania. Si è trattato di un post di adesione ad una campagna virale» contro il cancro. Stavolta meno entusiasmo da parte dei follower: il messaggio è stato ritwittato appena due volte. Un segnale che gli italiani la preferiscono a Berlino? Su Facebook l’annuncio ha scatenato simpatizzanti, ma soprattutto antipatizzanti del medico congolese prestato alla politica italiana. Tra i messaggi che si possono pubblicare sono spuntate considerazioni come «Mi sembrano pochi 28 mesi» e inviti del tenore «Rimani pure per sempre! Non ci mancherai! Anzi». Non sono mancati anche i messaggi dei sostenitori più entusiasti: «Buona fortuna e grazie di tutto». Finquando qualcuno non ha svelato il trucco: «È una stupida catena di Sant’Antonio. Stupida perché il messaggio in sé non ha nulla a che fare con la ricerca sul tumore al seno. Lo dimostra il fatto che nei commenti a questo post, una cinquantina, solo tre messaggi dimostrano di averlo capito». E ancora: «Per chi non avesse capito che abbiamo capito…certo che non ci crediamo che vada via dall’Italia…dove la prenderebbero, e soprattutto a fare cosa? Le stiamo solo dicendo che, se mai lo facesse, non ci strapperemmo I capelli dalla disperazione».  Altri, invece, hanno evidenziato l’uso superficiale di Facebook da parte dell’ex ministra: «Scherzi a parte… mi fa specie che oggi la Kyenge non avesse null’altro da postare che il risultato di un giochino idiota che spopola su fb… Essì che di carne al fuoco c’è n’è parecchia… Ad esempio avrebbe potuto spendere due parole per quel 14 enne violentato a Napoli con l’aria compressa…». C’è pure chi ha fatto notare l’infelice coincidenza temporale con il dramma dell’alluvione a Genova: «Gli italiani soprattutto i genovesi ti ringraziano a te e tutti i tuoi compagni per tutti i soldi che vi date e spendete per “mare nostrum” invece di mettere in sicurezza le vostre mucche che mungete tutti i giorni attenti perché il latte è ormai finito». E c’è chi legge una certa malizia nel messaggio postato su Fb, quasi a farsi pubblicità per rimediare insulti e poter gridare alla persecuzione contro di lei: «Va be’, ma pure lei Kyenge, mettere un post del genere, senza dire il perché, ha servito su un piatto d’argento la battuta…»