Gli europarlamentari M5S perdono il gruppo. E Le Pen infierisce: «Nessuna alleanza con loro»

Tempi duri per Grillo anche nell’Europarlamento. Il gruppo euroscettico Efdd al Pe, composto principalmente dagli europarlamentari del M5S e dell’Ukip, è stato dichiarato “sciolto” a causa dell’uscita dell’eurodeputata lettone Iveta Grigule che ha fatto venire a mancare la condizione di almeno 7 diversi paesi nell’ambito del gruppo. Lo rende noto il portavoce del Parlamento europeo. «Siamo tutti molto delusi da quanto successo, che è significativo di un certo modo di fare politica. Ora valuteremo ogni possibilità, con calma, dopo attenta riflessione». hanno dichiarato gli europarlamentari della delegazione grillina che rischiano di non poter più formare un gruppo. Chi potrebbe approfittarne è Marine Le Pen. La leader politica francese «non si rallegra» per lo scioglimento del gruppo euroscettico Efdd con Ukip e M5S ma assieme ai suoi alleati vede che «si aprono delle opportunità» di riuscire a formare un gruppo al Parlamento europeo. Come spiega il consigliere per gli affari europei della leader del Front National, Lodovic de Danne, «tutti quelli che vogliono sono benvenuti». Un appello riferito ai parlamentari dello Efdd «che non vogliono andare tra i non iscritti» ma non a Ukip e M5s: «Sarebbe difficile». «Farage – spiega de Danne – è stato molto chiaro su quello che pensa di Le Pen, Salvini e Wilders. Mentre dalla parte di Grillo ci hanno insultato sulla stampa dandoci dei fascisti». A giugno, nella fase di formazione dei gruppi parlamentari, Le Pen e Farage si erano scontrati nel tentativo di costituire due diverse formazioni euroscettiche. La francese aveva pubblicamente annunciato l’alleanza con la Lega Nord, il Pvv olandese di Wilders, gli austriaci del Fpo di Strache ed i belgi del Vlaams Belang ma non era riuscita a raggiungere la quota minima di sette diversi paesi. Ora la situazione si inverte e ad avere il coltello dalla parte del manico e Marine Le Pen. Con i grillini costretti all’irrilevanza dopo che il loro leader ha sbattuto la porta in faccia alla destra francese.