Gelmini sulla differenza tra destra e sinistra: «Le regioni rosse aumentano i ticket, noi li abbassiamo»

«A chi non avesse ancora ben chiara la differenza fra politiche di centrodestra e di centrosinistra suggerisco di guardare che cosa sta accadendo in queste ore in due Regioni, Campania e Toscana. Il presidente della Campania, Stefano Caldoro, esponente autorevole e stimato di Forza Italia, ha annunciato un piano di riduzione dei ticket sanitari a beneficio delle fasce sociali più deboli. Dopo aver condotto un’opera dura di risanamento dei conti, Caldoro distribuisce il dividendo alla popolazione come è giusto che sia». Lo scrive su Facebook Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera dei deputati. «In Toscana, Regione governata dal centrosinistra di Enrico Rossi, orgoglioso di definirsi comunista, si suona tutt’altra musica. In risposta al taglio di 4 miliardi alle Regioni annunciato dal governo, Rossi ha fatto sapere che si prepara a mettere un “super-ticket ai ricchi”. Rossi vuole confermarsi così il campione di quella sinistra che ama le tasse sopra ogni cosa. Di tagli alle spese inutili, e Dio sa se non ci sono spese inutili in ogni Regione, neanche a parlarne». «Da Napoli e da Firenze arrivano segnali chiari e inequivoci su che cosa significa una Regione governata dal centrodestra e l’altra dal centrosinistra», conclude Gelmini. Critiche a Rossi e all’idea di un superticket per i redditi più alti, arrivano anche dal consigliere toscano Stefano Mugnai di Forza Italia. «In questi quattro anni di legislatura – attacca l’esponente azzurro – mentre noi proponevamo di tagliare gli apparati della sanità a cominciare dalle Asl, la giunta regionale ha perseguito la “non-strategia” del taglio ai servizi e dell’aumento dei ticket, penalizzando pazienti e operatori e tacciandoci di avanzare proposte strumentali e demagogiche. Oggi si rivela quanto questo atteggiamento fosse colpevole: si poteva sfoltire; si poteva risparmiare; si poteva garantire ai cittadini un miglior servizio di assistenza e cura».